Ita| Eng| Spa
Ciclo Reynaldo Hahn
Se i miei versi avessero le ali
PALAZZETTO BRU ZANE

Tassis Christoyannis, baritono
Jeff Cohen, pianoforte

Fu nei salotti aristocratici parigini che Reynaldo Hahn si affermò sia come compositore sia come interprete delle proprie mélodies. Marcel Proust lo descrive così: «La testa leggermente rovesciata all’indietro, la bocca malinconica, un po’ sdegnosa, da cui fluiva, ritmata, la voce più bella, più triste e più calda che sia mai esistita»; Jean Cocteau, per parte sua, nota che «cantava con la sigaretta a un angolo della bocca, emettendo la sua deliziosa voce dall’altro, l’occhio rivolto al cielo». A seguito della prima incisione integrale delle mélodies di Hahn, Tassis Christoyannis e Jeff Cohen ci propongono alcune di queste gemme, dandoci l’illusione di riascoltare la sua voce, tanto amata nella Belle Époque.

Domenica
22
Settembre
 
placePalazzetto Bru Zane
event Domenica 22 Settembre 2019
access_timeOra 17
SCOPRI VENEZIA A 360°